Storia - Parrocchia SS. Trinità - Andria

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

Parrocchia

Storia

La Chiesa della SS. Trinità nasce, sin dal 1945, dapprima nel cuore e nella mente del Servo di Dio, Mons. Giuseppe Di Donna, allora Vescovo Trinitario della Diocesi di Andria, e viene poi edificata tra il 1956 ed il 1958 a servizio di un vasto e periferico territorio cittadino.

Durante l’episcopato di Mons. Francesco Brustia, il 16 luglio 1959 la Chiesa viene consacrata e intitolata alla SS. Trinità e quindi affidata al suo primo Parroco, Mons. Vincenzo Merra, che la guiderà per un ventennio. A lui si deve, tra l’altro, la realizzazione dell’organo a canne e delle vetrate policrome che tuttora adornano le finestre della chiesa.
Contemporaneamente viene avviata anche la Scuola Materna parrocchiale, affidata dapprima alle Suore Missionarie del Sacro Costato e poi alle Suore Piccole Operaie del S. Cuore.

Negli anni successivi prestano il loro ministero sacerdotale, in qualità di parroco, Mons. Salvatore Simone (1980/2004) e Mons. Giuseppe Buonomo (dal 3 luglio 2004); in qualità di vicario parrocchiale o collaboratore: d. Vincenzo Labriola, d. Michele Troia, d. Peppino Leone, d. Peppino Lapenna, d. Vito Ieva, d. Luigi Di Tria, P. Giuseppe Loizzi (dehoniano), d. Riccardo Agresti, d. Ettore Lestingi, d. Michele Cognetti, d. Cosimo Emanuele Fusiello, d. Francesco Di Tria, d. Riccardo Rella, d. Carmine Catalano, d. Francesco Santomauro.

Fino al 1979 il territorio parrocchiale, che nel frattempo si è enormemente popolato, si estende tra la zona Maraldo e il Poligono di via Vecchia Barletta, oggi facenti parte rispettivamente del territorio delle Parrocchie di San Paolo Apostolo e di S. Andrea Apostolo. Con l’arrivo delle Suore della Famiglia del Sacro Cuore di Gesù di Brentana, nel 1981, viene riaperta la Scuola Materna, rimasta chiusa per alcuni anni.

Nel 1982, con la collaborazione degli animatori della diocesi di Milano, prende il via l’Oratorio estivo e festivo, che da allora, grazie all’impegno dei fedeli laici, prosegue nella sua insostituibile opera educativa.

Come ulteriore segno della tensione apostolica missionaria della parrocchia, nel 1987, in via G. Massari (rione La Specchia) viene istituito il Centro Pastorale “Madonna di Fatima”. Dal 2004 la cura pastorale del Centro, sempre sotto responsabilità della Parrocchia, è affidata a tempo pieno dapprima a d. Salvatore Simone e poi a d. Michele Troia, già collaboratore parrocchiale dei primi anni.

La paziente opera del seminatore svolta negli anni dai pastori e sostenuta dalla preghiera dell’intera comunità, vede il fiorire di vocazioni alla vita consacrata nelle figure di Sr. Angela Cannone, d. Gianni Massaro e d. Michele Lamparelli, nonché il sorgere di movimenti ed associazioni laiche con finalità sociali (“Punto d’incontro”, “Città Unita”, “Camminare Insieme”) e culturali (“Coro Farinelli”).

Nel 2006, sotto la guida del nuovo parroco, d. Peppino Buonomo, viene dato l’avvio ai lavori di ammodernamento e ampliamento delle opere parrocchiali. Conclusi i lavori, il 29 marzo del 2008 i nuovi ambienti parrocchiali (la Cappella feriale, la casa delle Suore e la nuova Scuola Materna) vengono benedetti dal Vescovo diocesano, S.E. Mons. Raffaele Calabro.

Nel frattempo vengono portati a compimento i lavori per la realizzazione dei nuovi impianti sportivi dell’Oratorio, inaugurati il 16 aprile del 2009, nell’imminenza del 50° anniversario dell’istituzione della Parrocchia, evento celebrato con solenni momenti liturgici e di festa per l’intera comunità parrocchiale il 6 giugno 2009.


Torna ai contenuti | Torna al menu